Il 21 Novembre di ogni anno è la giornata nazionale dell’albero

giornataalbero0001Solo per ricordare che con una legge dello Stato Italiano  del 14 Gennaio 2013 la n. 10 Il 21 Novembre di ogni anno è “la Giornata Nazionale degli Alberi”. Ripetiamo che gli alberi non hanno bisogno di giornate per ricordarli. Possiamo ogni tanto abbracciarli in questa giornata, almeno i nostri grandi amici alberi. Sono loro che ci devono “salvare” giorno per giorno. Sono gli alberi che parlano e dicono a noi “uomini” quello che non dobbiamo fare nei loro confronti.

Giorno dopo giorno il patrimonio arboreo e boschivo è sempre meno valorizzato. Giorno dopo giorno aumenta il dissesto idrogeologico e diminuisce la protezione del suolo. Giorno dopo  giorno diminuisce la qualità dell’aria. Giorno dopo giorno si perdono le tradizioni legate all’albero nella cultura italiana. Giorno dopo giorno si riduce la vivibilità degli insediamenti urbani per mancanza di alberi. Giorno dopo giorno si perde il rispetto delle specie arboree ai fini dell’equilibrio tra comunità umana e ambiente naturale. Giorno dopo giorno viene meno lo stimolo a un comportamento quotidiano sostenibile al fine della conservazione delle biodiversità. Giorno dopo giorno si riducono gli  oneri a carico della finanza pubblica per stimolare un comportamento quotidiano sostenibile al fine della conservazione delle biodiversità, avvalendosi delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili.

Ecco il testo della legge:

Art. 1. Disposizioni in materia di Giornata nazionale degli alberi

1. La Repubblica riconosce il 21 novembre quale «Giornata nazionale degli alberi» al fine di perseguire, attraverso la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboreo e boschivo, l’attuazione del protocollo di Kyoto, ratificato ai sensi della legge 1º giugno 2002, n. 120, e le politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani.

2. Nella Giornata di cui al comma 1, il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare realizza nelle scuole di ogni ordine e grado, nelle università e negli istituti di istruzione superiore, di concerto con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, iniziative per promuovere la conoscenza dell’ecosistema boschivo, il rispetto delle specie arboree ai fini dell’equilibrio tra comunità umana e ambiente naturale, l’educazione civica ed ambientale sulla legislazione vigente, nonché per stimolare un comportamento quotidiano sostenibile al fine della conservazione delle biodiversità, avvalendosi delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Nell’ambito di tali iniziative, ogni anno la Giornata di cui al comma 1 è intitolata ad uno specifico tema di rilevante valore etico, culturale e sociale. In occasione della celebrazione della Giornata le istituzioni scolastiche curano, in collaborazione con i comuni e le regioni e con il Corpo forestale dello Stato, la messa a dimora in aree pubbliche, individuate d’intesa con ciascun comune, di piantine di specie autoctone, anche messe a disposizione dai vivai forestali regionali, preferibilmente di provenienza locale, con particolare riferimento alle varietà tradizionali dell’ambiente italiano, con modalità definite con decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, d’intesa con il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali e con il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, nell’ambito delle risorse finanziarie disponibili a legislazione vigente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *