Il fascino del Larice di Morgex località Grignes Rosses

Non ci siamo stati a Morgex in Valle d’Aosta. Sapevamo del  famoso vino D.O.C. “Blanc de Morgex et de La Salle” (i vitigni tra  più alti d’Europa). Il vino è stato trovato e anche bevuto ma per pensare al vino ci si è dimenticati di andare a trovare un Larice millenario. Tiziano Fratus  descrive il suo incontro con questo Larice nel 2012. Arrivati nel paese di Morgex si seguono le indicazioni per località Villair, Da qui si parte per l’Alpe Licony e  per circa tre ore di cammino non facile si arriva al Larice. Fratus  lo descrive come:  un patriarca della terra che gli uomini hanno stimato in mille anni. Le misure ufficiali sono riportate nell’immancabile targhetta in ferro arancione che la Regione Valle d’Aosta ha posizionato ai piedi di tutti i monumentali, 505 cm la circonferenza del tronco (a petto d’uomo, ovvero a 130 cm da terra) e 30 metri di altezza. Come tutti i larici monumentali è cresciuto leggermente inclinato. A otto metri di altezza il tronco emette le prime branche laterali. Le ramificazioni più basse sono state spezzate. Dal Libro delle Piante Monumentali della valle d’Aosta si legge che questo è il larice tra i più longevi della Valle d’Aosta  dal quale si è potuto risalire all’età  che supera i 1000 anni. Dal sito del navigatore cartografico della Regione oltre ai sentieri  sono localizzati anche gli alberi monumentali  http://geonavsct.partout.it/pub/geosentieri/

LaricediMorgex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *