Tag Archives: Abruzzo

Pescocostanzo il grande faggio del Bosco di Sant’Antonio in autunno

Per chi va in giro nei boschi e alla ricerca di grandi alberi in Abruzzo e Molise deve almeno una volta andare a fotografare i maestosi esemplari di faggi, aceri e perastri del bosco di Sant’Antonio nel comune di Pescocostanzo. Siamo nelle vicinanze della  “Majella” la montagna madre,  tra Monte Rotella e Monte Pizzalto.  Abbiamo acquistato una pubblicazione del Parco, dal titolo:” Alberi e boschi di interesse monumentale del Parco Nazionale della Majella”,  anno 2016 ed è stata la nostra guida. Nel volume sono raccolti censiti e fotografati gli alberi e anche i boschi “vetusti” del Parco Nazionale della Majella. Sono analizzati  gli aspetti naturalistici ed ecologici degli amici alberi. Nella cartografia allegata al volume ben 8 grandi alberi di interesse monumentale su circa 50 censiti nel Parco si trovano nel territorio del Comune di Pescocostanzo e precisamente nel  Bosco di Sant’Antonio. Altri grandi esemplari sono stati catalogati  in altri comuni del Parco nazionale della Majella come un acero montano a Palena, un frassino a San Valentino e alberi che vanno dalle roverelle, all’alloro, all’albero di giuda, ad una cerro sughera a dei perastri, ai cerri, ai  salici, ad un megaleppo, fino al viale dei Gelsi bianchi di Sulmona. I comuni con il maggior numero di grandi alberi individuati sono a Lama dei Peligni,  Palombaro,  Caramico Terme, Sant’Eufemia a Majella, Civitella M.R, Pizzoferrato , diciamo che sono stati catalogati uno o più alberi di interesse monumentale rappresentativi per tutti i comuni del Parco nazionale. Il bosco di Sant’Antonio è un po’ il bosco delle “meraviglie” per i suoi grandi alberi, non potevamo che andare subito a trovare  il “faggione” per eccellenza con i suoi forse quasi 250-300 anni. Questo grande esemplare può sostituire l’ormai scomparso Faggio a candelabro descritto in questi ultimi 40-50 anni in riviste, articoli e libri,  forse l’albero che è stato più fotografato in Abruzzo. Siamo in autunno, ma qualsiasi stagione  è ideale per fare  una breve camminata lungo i sentieri e meditare tra questi colossi della natura.  Il grande faggio del Bosco di Pescocostanzo ha una circonferenza del tronco di 540 cm circa altezza 15 metri, portamento e forma davvero particolari, alto valore ecologico e con numerose branche e ramificazioni  disposte in modo regolare. Tronco caratteristico e inconfondibile, unico.

Il Grande faggio del Bosco di Sant’Antonio

Il grande faggio del Bosco di sant’Antonio a Pescocostanzo

 

Il Bosco di Feudozzo, un po’ di storia (prima parte)

Più che un bosco, ci piace chiamarla Foresta di Feudozzo, anche perchè fa parte di un ampio complesso boschivo a confine tra l’Abruzzo e il Molise in vicinanza della riserva MAB di Monte di Mezzo. Siamo nellaCartina del Bosco di Feudozzo parte più ad est del  Comune di Castel di Sangro  a confine con i comuni di San Pietro Avellana  Vastogirardi e Rionero Sannitico, in Molise. La Foresta prima era di proprietà dei Borboni e divenne demanio dello Stato nel 1892. Passò, nel 1915, nella Gestione dell’Azienda di Stato delle Foreste demaniali. Dai documenti di archivio dei primi del 900 e dal piano di assestamento del 1948 valevole per il qundicennio 1949-1963 emergono alcuni dati interessanti. Il bosco di Feudozzo fu particolarmente sfruttato in passato per produrre legna. Dei 505 Ettari del 1915, c’erano solo circa 170 ettari di cerreta di  il resto erano pascoli cespugli incolti coltivi e prati. Durante la seconda guerra mondiale il Comune di San Pietro Avellana fu completamemnte distrutto,  la popolazione trovò rifugio proprio in questa foresta. Ci furono quindi eccessivi tagli boschivi per creare zone a pascolo e alle coltivazioni. Siamo in un periodo in cui “la fame” la “disoccupazione” la presenza di manodopera a basso costo portarono allo sfruttamento irrazionale del bosco. Bisognava pur mangiare. Con il piano di assestamento del 1948 furono prescritti degli interventi di ricostituzione boschiva. Nel 1978 l’intero comprensorio di Feudozzo si divise tra Stato, Regione Abruzzo e l’ex Istiuto Sperimentale per la Selvicoltura di Arezzo.  La superficie boscata della Foresta di Feudozzo era in quel periodo di circa 500 ettari così distinti:

–  200 ettari di cerreta quasi pura in fustaia transitoria che occupava la parte  a destra del Fiume Vandra che fu avviata ad alto fusto nel 1960-1963  di età di circa 36 anni dove furono rilasciate le matricine di due classi di età di 50-55 anni e di 65-70 anni. Il sottobosco della cerreta era ricco di specie erbacee, arbustive con specie quali Pungitopo, Biancospino, Sanguinella, Rovo, Prugnolo, Pero comune, Ligustro , Berretta del prete, Edera, Vitalba, Euforbia Brachipodio, Maggiociondolo, Euforbia, Sesleria.

– 150 ettari di faggeta mista che si estende nelle alte quote di Monte Pagano

-12 ettari di rimboschimenti utilizzati a scopo sperimentale.

Cartografia del complesso di Feudozzo

Cartografia del complesso di Feudozzo

 

San Giovanni Lipioni – Santa Liberata: “La quercia del Lozzi”

Siamo passati a vedere come sta la Quercia del Lozzi che in dialetto viene chiamata la “Cerq du Luzz” (nome del proprietario). Siamo lungo la Strada che va da San Giovanni Lipioni a Torrebruna. La quercia é stata descritta molti anni fa dal Capodarca e ripresa nel libro di Francesco Nasini: “I grandi alberi d’Abruzzo”. Abbiamo notato che l’albero si mantiene bene. C’è stato sicuramente qualcuno che avrà pensato di tagliarla perché in vicinanza di una strada.

In effetti, con una circonferenza intorno ai 5 metri e in un contesto in cui sembra dominare il territorio circostante, sarebbe un vero peccato un taglio di questo meraviglioso esemplare. Con la legge dello Stato 10/2013 per gli alberi monumentali, le multe minime sono da 5.000 Euro e salgono anche fino a 100.000 Euro.

Bisogna dare un premio a chi non l’ha fatta tagliare: stavolta la strada si è adeguata alla pianta, spesso non è così. Una sosta meritata, anche di un osservatore distratto, ed osservare questo gioiello della natura. Due grossi tronchi mantengono la chioma in alto sempre possente e con rami molto intrecciati.

Qualche taglio c’è stato in basso ed una piccola cavità si è formata sul tronco. Assieme ad un’altra roverella in vicinanza, crea una chioma vastissima che sicuramente è in grado formare un ampia galleria d’ombra nelle giornate soleggiate e calde d’estate. Viene in mente subito di andarci a fare un “pisolino” sull’erba in vicinanza dell’albero per contemplarlo ancora un po’.

San Giovanni Lipioni la Quercia del Lozzi

San Giovanni Lipioni la Quercia del Lozzi

San Giovanni Lipioni la Quercia del Lozzi

San Giovanni Lipioni la Quercia del Lozzi

San Giovanni Lipioni la Quercia del Lozzi

San Giovanni Lipioni la Quercia del Lozzi

Regione Abruzzo – Elenco degli alberi monumentali censiti dal C.F.S.

AbruzzoElenco degli esemplari censiti in Abruzzo che presentano le caratteristiche di maggiore interesse ambientale e culturale.

Comune Prov Località Genere Specie Circ.mt. Alt.mt. Nome comune Nome inglese
Alfedena AQ S.Francesco Quercus Cerris L. 4,08 30 cerro Turkey oak
Barrea AQ Serrone Acer pseudoplatanus L. 5,34 22 acero montano sycamore
Barrea AQ centro abitato Ulmus campestris L. 3,46 10 olmo campestre smooth leafed elm
Cagnano Amiterno AQ Capo del Colle Quercus pubescens Willd.* 7,23 10 roverella downy oak
Cansano AQ Renicce Populus nigra L. 4,4 30 pioppo nero black poplar
Castel di Sangro AQ Scodanibbio Quercus Cerris L. 4,08 14 cerro Turkey oak
Civitella Roveto AQ Collalto Acer pseudoplatanus L. 7,23 22 acero montano sycamore
Civitella Roveto AQ Rifugio Cerasoli Fagus sylvatica L. 4,08 24 faggio common beech
Civitella Roveto AQ Pachetta Quercus robur L. 4,08 21 farnia English oak
Gioia dei Marsi AQ Terraegna Fagus sylvatica L. 5,7 25 faggio common beech
L’Aquila AQ Sessa Quercus pubescens Willd. 4,24 20 roverella downy oak
L’Aquila AQ S. Giuliano Quercus pubescens Willd. 5,65 13 roverella downy oak
L’Aquila AQ SS 17 Tiburtina Valeria Km 31 Populus alba L.* 6,7 30 pioppo bianco white poplar
Lecce nei Marsi AQ centro abitato Quercus pubescens Willd. 4,65 18 roverella downy oak
Lecce nei Marsi AQ Campo di Moricento Fagus sylvatica L. 6 20 faggio common beech
Lecce nei Marsi AQ Vallone Fascina Quercus pubescens Willd. 5,9 22 roverella downy oak
Lecce nei Marsi AQ Macchia Quercus pubescens Willd. 4,9 12 roverella downy oak
Lecce nei Marsi AQ La Cicerana Fagus sylvatica L. 5 22 faggio common beech
Magliano dei Marsi AQ Santa Maria Valle Quercus pubescens Willd. 6 18 roverella downy oak
Pesacsseroli AQ Macchiarvana Acer pseudoplatanus L. 5,9 17 acero montano sycamore
Pesacsseroli AQ Monte Tranquillo Acer pseudoplatanus L.* 6,32 17 acero montano sycamore
Pescasseroli AQ Monte Tranquillo Fagus sylvatica L. 5,1 25 faggio common beech
Pescasseroli AQ Bivio di Monte Tranquillo Fagus sylvatica L. 5,21 30 faggio common beech
Pescasseroli AQ Macchia la Rocca Fagus sylvatica L. 7,1 15 faggio common beech
Pescasseroli AQ Cucculuso Fagus sylvatica L.* 6,2 28 faggio common beech
Pescocostanzo AQ La Difesa Fagus sylvatica L. 6,28 27 faggio common beech
Pescocostanzo AQ Primo Colle Fagus sylvatica L. 4,65 26 faggio common beech
Pescocostanzo AQ La Difesa Acer pseudoplatanus L. 4,74 26 acero montano sycamore
San Vincenzo Valle Roveto AQ Cerqua Grande Quercus robur L. 3,52 18 farnia English oak
Sante Marie AQ Feucito di Monte Rossito Quercus robur L. 4,82 13 farnia English oak
Scanno AQ Stazzo Monte Fagus sylvatica L. 5,5 25 faggio common beech
Scanno AQ Sorgente del Tasso Fagus sylvatica L. 5,18 18 faggio common beech
Scurcola Marsicana AQ Ceppeti Quercus petraea Liebl. 5,18 20 rovere durmast oak
Tagliacozzo AQ Pagliarini Quercus pubescens Willd. 4,08 25 roverella downy oak
Villetta Barrea AQ Pontone Fagus sylvatica L. 8,1 25 faggio common beech
Casalincontrada CH Brecciarola Quercus pubescens Willd. 5 20 roverella downy oak
Castelguidone CH Colle delle Tane Quercus pubescens Willd. 4,71 18 roverella downy oak
Castelguidone CH Colle del Litale Quercus pubescens Willd. 4,82 19 roverella downy oak
Chieti CH Santa Filomena Quercus pubescens Willd. 4,1 24 roverella downy oak
Fraine CH Vallone dell’Aquila Quercus pubescens Willd. 6,3 16 roverella downy oak
Gessopalena CH Coccioli Quercus pubescens Willd. 4,27 15 roverella downy oak
Gissi CH Serre Quercus pubescens Willd. 4,08 20 roverella downy oak
Guilmi CH Piano di Guilmi Quercus pubescens Willd. 4,6 20 roverella downy oak
Lama dei Peligni CH Colle della Madonna Quercus pubescens Willd. 3,77 15 roverella downy oak
Montazzoli CH Lago Negro Fagus sylvatica L. 4,27 18 faggio common beech
Palombaro CH Prete Quercus pubescens Willd. 5,34 13 roverella downy oak
Palombaro CH centro abitato Populus alba L. 4,1 15 pioppo bianco white poplar
Pennapiedimonte CH Molino Quercus pubescens Willd. 4,65 28 roverella downy oak
Pizzoferrato CH Turchi – Casa Fanini- Quercus Cerris L. 3,75 20 cerro Turkey oak
Pollutri CH San Barbato, Tre Croci Quercus pubescens Willd.* 5,4 23 roverella downy oak
Rapino CH Madonna della Libera Quercus pubescens Willd. 5,35 26 roverella downy oak
Rapino CH Coste Micucci Quercus pubescens Willd. 5,35 26 roverella downy oak
Roccamontepiano CH Madonna della Neve Quercus pubescens Willd. 4,5 22 roverella downy oak
S. Buono CH Convento di S.Antonio Ulmus campestris L. 4,33 25 olmo campestre smooth leafed elm
San Giovanni Lipioni CH Santa Liberata Quercus pubescens Willd. 4,4 15 roverella downy oak
San Vito Chietino CH Castellana Quercus petraea Liebl. 4 17 rovere durmast oak
Tollo CH Colle Grotta Fassone Quercus petraea Liebl. 4,85 20 rovere durmast oak
Torrebruna CH Chiarella Quercus pubescens Willd. 3,95 18 roverella downy oak
Torricella Peligna CH Solegna di Pennadomo Quercus pubescens Willd. 4,4 20 roverella downy oak
Caramanico Terme PE Ponte Roberto Quercus pubescens Willd. 4,4 15 roverella downy oak
Caramanico Terme PE Santa Croce Quercus pubescens Willd. 4,4 20 roverella downy oak
Caramanico Terme PE Spineto Quercus pubescens Willd. 4,25 15 roverella downy oak
Scafa PE Italcementi Cedrus atlantica Man. 3,27 18 cedro dell’Atlante Atlas cedar
Torre de’ Passeri PE Strada Prov.le d’Orte Pinus pinea L. 3,14 28 pino domestico stone pine
Turrivalignani PE La Fonte Quercus pubescens Willd. 3,7 20 roverella downy oak
Crognaleto TE Il Vallone Quercus pubescens Willd. 3,9 18 roverella downy oak
Crognaleto TE Piano Macchia Castanea sativa Mill. 5,5 19 castagno swett chestnut
Crognaleto TE fraz. Macchia Vomano Quercus pubescens Willd. 4,02 22 roverella downy oak
Crognaleto TE Ara Vecchia Quercus pubescens Willd.* 7,8 17 roverella downy oak
Montorio al Vomano TE fraz. Collattoni Quercus pubescens Willd. 4,1 18 roverella downy oak
Montorio al Vomano TE Ridiano Quercus pubescens Willd. 4,1 18 roverella downy oak
Montorio al Vomano TE Schiarano Quercus pubescens Willd. 4,1 20 roverella downy oak
Penne Sant’Andrea TE contrada Solagna Quercus pubescens Willd. 5,35 20 roverella downy oak
Tossicia TE contrada Fornace Quercus pubescens Willd. 4,24 20 roverella downy oak

* esemplare ritenuto di eccezionale valore storico o monumentale

I dati sono forniti dal sito del Corpo Forestale dello Stato